Legge sul gioco d’azzardo, ecco la proposta di “Mettiamoci in gioco”

Lunedì 19 febbraio la campagna “Mettiamoci in Gioco”, di cui il CeAS fa parte, ha presentato un appello per una nuova legge sul gioco d’azzardo

Nella prossima legislatura, parta subito l’iter di approvazione di una rigorosa legge di regolamentazione del gioco d’azzardo. Una normativa che, finalmente, metta ordine nel caos in cui il settore è cresciuto, permettendo così di intervenire sui tanti problemi che una diffusione incontrollata dell’azzardo ha provocato nel nostro paese. In primis, dipendenze più o meno gravi, separazioni e divorzi, ricorso all’usura, massicce infiltrazioni mafiose. È questo l’invito che Mettiamoci in gioco”, la Campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo ha rivolto a tutti i candidati alle prossime elezioni politiche, a qualunque schieramento appartengano.

Quattro i punti contenuti l’appello per una nuova legge sul gioco d’azzardodivieto assoluto della pubblicitàriduzione di un terzo dell’offerta complessiva del gioco; diritto di Regioni ed Enti locali a regolamentare l’offerta del gioco d’azzardo sul proprio territorio, senza annullarla ma senza nemmeno essere vincolati all’intoccabilità degli interessi già esistenti; aumento delle risorse destinate al sistema dei servizi per garantire cura e assistenza gratuite alle persone affette da disturbo da gioco d’azzardo. Continue reading “Legge sul gioco d’azzardo, ecco la proposta di “Mettiamoci in gioco””

Azzardo: intesa in Conferenza Stato Regioni è un piccolo passo avanti, ma bisogna ridurre il consumo

Lo Stato deve assumersi la responsabilità di abbassare le entrate fiscali che provengono da questo settore

Per Mettiamoci in Gioco, la Campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo, a cui aderisce anche il Centro Ambrosiano di Solidarietà, l’intesa raggiunta in sede di Conferenza Stato-Regioni-Enti locali rappresenta sì un piccolo passo avanti, ma assolutamente inadeguato rispetto all’obiettivo che le istituzioni per prime dovrebbero prefiggersi: ridurre drasticamente il consumo di gioco d’azzardo nel nostro Paese. Continue reading “Azzardo: intesa in Conferenza Stato Regioni è un piccolo passo avanti, ma bisogna ridurre il consumo”

Azzardo, cosa chiediamo alla Conferenza Stato-Regioni

Il CeAS insieme alle associazioni, rinnova l’appello in 7 punti per contrastare la dipendenza dall’azzardo

Nel decennio 2006-2016 gli italiani hanno perso in azzardo 181 miliardi di euro, il che vuol dire 16,4 miliardi l’anno, 45 milioni al giorno, quasi 1,9 milioni all’ora buttati via in slot machine, lotto, gratta e vinci, scommesse. Solo nel 2016, il fatturato complessivo del gioco d’azzardo è stato di quasi 96 miliardi di euro, una cifra di gran lunga superiore a quanto conseguito nello stesso anno (quasi 74 miliardi di euro) da una delle principali imprese italiane, l’Enel.

Alla luce di queste cifre, che emergono dal rapporto “Gioco d’azzardo: i numeri di un mercato fuori controllo” del CNCA e in vista della Conferenza unificata Stato-Regioni, di nuovo convocata per il 22 giugno per il riordino del settore dei giochi d’azzardo, il Centro Ambrosiano di Solidarietà insieme alle associazioni, agli enti della comunità ecclesiale, ai movimenti, alla campagna Mettiamoci in gioco rinnova ai rappresentanti di Regioni e Comuni l’invito a recepire le misure indicate nei sette punti dell’appello inviato lo scorso 23 maggio.
Continue reading “Azzardo, cosa chiediamo alla Conferenza Stato-Regioni”